CONDIVIDI

– Dopo la vittoria alla Dakar, Peugeot si lancia in una grande sfida: partecipare al Silk Way Rally dall’8 al 24 luglio 2016

– Al Salone di Pechino, il 25 aprile 2016 Maxime Picat (Direttore Generale di Automobiles Peugeot), Li Haigang e Mathieu Vennin (rispettivamente Direttore Generale e Vicedirettore Generale di DONGFENG PEUGEOT), Bruno Famin (Direttore di Peugeot Sport) e Stéphane Peterhansel hanno annunciato la partecipazione del Team Peugeot Total.

– Gli equipaggi iscritti sono 3: Stéphane Peterhansel / Jean-Paul Cottret – Cyril Despres / David Castera – Sébastien Loeb / Daniel Elena

M_a5114e17-5c70-4282-b8b0-447ccf6d5f59

Forte degli ultimi successi ottenuti nel Rally-Raid, il Team Peugeot Total si lancia in una nuova sfida: percorrere la Via della Seta in occasione del Silk Way Rally che collegherà Mosca a Pechino, un percorso tanto difficile quanto mitico. A distanza di quasi un anno dal China Silk Road Rally, in cui Peugeot ha trionfato con una doppietta, e dopo la Dakar 2016 vinta dalla coppia Peterhansel/Cottret, il Team Peugeot Total riprende la strada alla volta della Cina, con il desiderio di imporsi ancora una volta.

Tre equipaggi complementari

Per la sua prima partecipazione al Silk Way Rally, Peugeot schiererà tre dei suoi quattro equipaggi al volante della PEUGEOT 2008 DKR.

Stéphane Peterhansel, il pilota che ha vinto più titoli al mondo nel rally-raid con i suoi 12 successi alla Dakar e la sua vittoria al China Silk Road Rally 2015, sarà accompagnato dal suo copilota Jean-Paul Cottret. Tenterà di conquistare questa vittoria che ancora manca al suo albo d’oro.
Cyril Despres (5 volte vincitore della Dakar in moto) e il suo copilota David Castera, secondi classificati in Cina l’anno scorso e settimi all’ultima edizione della Dakar, hanno compiuto ottimi progressi e faranno il possibile per confermarli.
Sébastien Loeb e Daniel Elena, ultime reclute del Team Peugeot Total, hanno già al loro attivo una partecipazione al Rally del Marocco 2015 e un debutto strepitoso all’ultima Dakar. Potranno accumulare molta esperienza nel fuoripista, nei superamenti di ostacoli e nella navigazione per perfezionare le loro conoscenze dei rally-raid in condizioni estreme.

Il Silk Way Rally, programma giovane e audace
Iniziato nel 2009, finora questo rally-raid ha solcato solo le terre russe, tranne nella prima edizione in cui aveva anche esplorato il Turkmenistan. Carlos Sainz, oggi pilota del Team Peugeot Total, ha vinto la gara nei primi due anni. Nella successiva edizione, Stéphane Peterhansel si è classificato secondo. Dopo una pausa di due anni nel 2014 e 2015, l’edizione del 2016 attraversa tre paesi (Russia, Kazakhstan e Cina) lungo un percorso di 10 000 chilometri (4500 di speciali) e 15 tappe, i cui dettagli saranno svelati nelle prossime settimane.

Bruno Famin, direttore di Peugeot Sport
«Avremo la possibilità di sperimentare una nuova prova, certamente appassionante. Dovremmo trovare dei paesaggi mozzafiato con un percorso vario. La Russia e il Kazakhstan sono territori che non abbiamo ancora mai sperimentato nei rally-raid, a differenza della Cina, in cui dovremmo ritrovare settori simili a quelli percorsi l’anno scorso. E’ promettente ma sappiamo che non mancheranno le difficoltà umane e sportive. Siamo molto contenti di scoprire questa prova, che per noi è nuova e l’affronteremo con tutta l’umiltà richiesta, anche se dopo il nostro successo alla Dakar non possiamo puntare a null’altro che alla vittoria».

Evoluzioni tecniche
Le tre Peugeot 2008 DKR iscritte hanno disputato la Dakar 2016. Adottano alcune evoluzioni tecniche che puntano a ovviare agli inconvenienti incontrati in gennaio. L’evoluzione principale, che non è da poco in termini di difficoltà, sarà l’integrazione della climatizzazione nelle vetture.

Albo d’oro del Team Peugeot Total nel rally raid:
Dakar 2016: Peterhansel/Cottret #1, Despres/Castera #7, Loeb/Elena #9 China Silk Road Rally 2015: Peterhansel/Cottret #1, Despres/Castera #2 Marocco 2015: Loeb/Elena #13 Dakar 2015: Peterhansel/Cottret #11, Despres/Picard #34

during the Dakar 2016 Argentina,  Bolivia, Etape 10 / Stage 10,  Belen - La Rioja,  from  January 13, 2016 - Photo Frederic Le Floc'h / DPPI
during the Dakar 2016 Argentina, Bolivia, Etape 10 / Stage 10, Belen – La Rioja, from January 13, 2016 – Photo Frederic Le Floc’h / DPPI

PEUGEOT 2008 DKR:
caratteristiche tecniche Silhouette 2008 su telaio tubolare
2 ruote (posteriori) motrici
Motore: V6 3 l Turbo Diesel (DT20)
350 CV e 800 Nm
Cambio: 6 rapporti con innesti a denti, comando sequenziale
Scuotimento della sospensione: 450 mm
Ruote: 37’’ = 94 cm di diametro
45 kg / ruota x 6 = 270 kg
Pneumatici: Michelin
Lubrificanti: Total Quartz

Peugeot in Cina
Con più di 406 000 veicoli venduti nel 2015, in aumento di circa il 6%, la Cina è il primo mercato automobilistico di PEUGEOT nel mondo. L’8 aprile scorso, PEUGEOT ha presentato a Pechino il suo programma di sviluppo per i prossimi 5 anni in Cina: Blue Upper. L’obiettivo è fare di PEUGEOT il punto di riferimento dei marchi generalisti alto di gamma in Cina ed entrare nella TOP 10 dei Marchi più venduti in Cina. Per raggiungere questi obiettivi, il programma fa leva su 3 pilastri, puntando ad aumentare:
– L’esperienza con i cliente, soprattutto con l’utilizzo del digitale
– Le tecnologie, con sistemi di aiuto alla guida, di nuova generazione, nuovi motori e nuovi cambi
– L’offerta prodotto, con l’introduzione di 18 veicoli nuovi entro 5 anni, 2 dei quali saranno presentati in anteprima mondiale al Salone di Pechino.

Peugeot in Russia
Il marchio PEUGEOT è presente in Russia da più di un secolo. La prima vettura straniera a solcare le strade del paese fu una PEUGEOT con motore 2 cilindri che sviluppava 3,75 cavalli nel 1896. Da allora, PEUGEOT ha sempre rafforzato la sua posizione in Russia. Oggi il Marchio possiede una vasta rete di punti vendita e propone un’ampia gamma di prodotti ai clienti russi. PEUGEOT è presente anche con un moderno stabilimento a Kaluga, nel distretto di Mosca. Il sito produce le berline PEUGEOT 408 adattate al mercato russo. Questo modello viene anche commercializzato in Kazakhstan e in Cina.

Peugeot in Kazakhstan
Il marchio PEUGEOT è stato introdotto ufficialmente in Kazakhstan nel settembre 2013. La gamma commercializzata attualmente comprende le PEUGEOT 301, 508, 3008, 2008, Partner e 408. Tutti questi modelli, tranne la 408, sono prodotti nel sito di Agromashholding a Kostanaï. Oggi la rete PEUGEOT è presente in undici regioni del paese: Almaty, Astana, Karaganda, Oural, Chymkent, Aktaou, Petropavl, Kostanaï, Atyraou, Kyzylorda e Taldykourgan. La commercializzazione è iniziata alla fine del mese di settembre 2013. Le vendite del primo semestre del 2014 hanno mostrato una tendenza positiva. Adesso PEUGEOT sta diventando popolare tra i Kazachi. Il marchio è particolarmente attivo in termini di marketing e di pubblicità. PEUGEOT è partner di numerose manifestazioni culturali, sportive e pubbliche e collabora con tutti gli eventi francesi organizzati in Kazakhstan. Il Marchio partecipa ai Saloni dell’Auto e lavora con l’Ambasciata di Francia, con le aziende, le camere di commercio e altre organizzazioni. Queste attività permettono di mettere in mostra i veicoli PEUGEOT e di promuovere l’immagine del marchio.

Peugeot nel Mondo
Una guida stimolante e valorizzante, un design elegante, una qualità senza compromessi costituiscono l’impegno del marchio con i suoi clienti e contribuiscono all’emozione offerta da ogni PEUGEOT Presente in quasi 160 paesi con più di 10 000 punti vendita, nel 2015 PEUGEOT è cresciuta del 4,6% con 1.710.000 veicoli commercializzati nel mondo. PEUGEOT associa ovunque Esigenza, Allure ed Emozione con l’ambizione di essere un marchio generalista alto di gamma a vocazione mondiale La storia automobilistica del marchio, iniziata nel 1889, si arricchisce quest’anno della vittoria* della 2008 DKR sulle piste della Dakar.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO