CONDIVIDI

 

Pronta la nuova stagione in pista, la RCZ Racing Cup versione 2013 si differenzia aerodinamicamente da quella che ha corso l’anno passato per alcuni aggiornamenti al frontale (spoiler, paraurti, carenatura fari, passaruote, presa ammissione aria e presa d’aria per lo scambiatore di calore) che hanno aumentato il carico sull’anteriore e limitato il fenomeno del sottosterzo.

 

 

La RCZ Racing Cup è stata studiata e realizzata dal reparto corse di Peugeot Sport che ha riproposto l’ampio alettone posteriore regolabile, i cerchi Speedline da 18 pollici e gli pneumatici Pirelli 245/645 già sperimentati sulla versione 2012.

 

Il motore della RCZ Racing Cup è il quattro cilindri di 1,6 litri turbo ad iniezione diretta, che  utilizza pistoni e bielle specifiche per le competizioni. Grazie anche alla nuova mappatura della centralina, la potenza è cresciuta di 10 CV e la coppia massima di 10 Nm.

 

Come sulle moderne vetture da competizione, il cambio della RCZ Racing Cup 2013 (che integra un differenziale autobloccante a slittamento limitato) è un Sadev ST82-14, elettroattuato 6 marce sequenziale + RM con paddles al volante. L’inserimento delle marce è gestito da un’apposita centralina elettronica che rende superfluo l’uso della frizione, se non in partenza.

 

Ovviamente la RCZ Racing Cup 2013 dispone di tutti gli elementi di sicurezza indispensabili per l’impiego agonistico, come il robusto roll-bar saldato a gabbia, le cinture di sicurezza a sei punti d’ancoraggio, il sedile monoscocca compatibile con il collare Hans, l’impianto antincendio.

 

La RCZ Racing Cup sarà la protagonista dell’omonimo trofeo che si disputa all’interno del Campionato Italiano Turismo Endurance (Cite), la serie nazionale riservata alle “derivate dalla serie”.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO