CONDIVIDI

Con il Rally del Friuli Venezia Giulia (29-30 agosto), dopo la pausa estiva, inizia la fase conclusiva del Tricolore rally del 2014.

Una nuova sfida per Paolo Andreucci (208 T16) e Stefano Albertini (208 R2), entrambi a caccia della vittoria per rimanere competitivi nei rispettivi campionati.

Per il Leone è un’occasione importante per incrementare il vantaggio nella classifica Costruttori.

Equipaggio 208 T16 (Paolo Andreucci – Anna Andreussi)

Paolo Andreucci: “Il Friuli di quest’anno acquista una valenza ancor maggiore per l’importanza che il risultato avrà nell’ assegnazione del titolo: tre gare al termine e i giochi sono ancora aperti. È sempre stata e sarà una gara ostica e difficile sia per i cambi improvvisi del meteo, che negli anni passati hanno stravolto classifiche e regalato colpi di scena, si per le strade tortuose, insidiose e tecniche che dovremo affrontare con particolare concentrazione con cambi di ritmo che richiedono una guida precisa e attenta. Cercheremo di portare a casa il risultato. La nostra 208 T16 su asfalto è cresciuta molto: dovremo lavorare bene sul set up per essere incisivi sin dal primo chilometro di speciale. Abbiamo un’ottima fornitura di pneumatici Pirelli per asfalti con grip e quindi siamo ottimisti”.

Anna Andreussi: “La mia gara di casa. Mi porta sempre una grande emozione leggere le note qui, come se fosse la prima volta. Di fronte ad amici e tifosi. In più abbiamo la pressione del Tricolore, tre gare alla fine e la necessità di ottenere il massimo senza compiere errori…Siamo in ritardo in classifica e dobbiamo recuperare punti preziosi per lottare per la vittoria finale”.

Peugeot Rally Junior Team – 208 R2 (Stefano Albertini – Silvia Mazzetti)

Stefano Albertini: “Il Rally del Friuli è una gara che amo particolarmente. Le prove speciali sono molto tecniche e guidate, con un asfalto che alterna tratti scivolosi a tratti dove c’è molto grip. Per noi sarà una gara molto importante, da affrontare con grande concentrazione e determinazione. L’ esperienza della squadra e di Pirelli sarà fondamentale per quando riguarda l’assetto della macchina e la scelta delle gomme”.

Silvia Mazzetti: “Siamo arrivati a metà campionato e per rimanere in gioco per il Tricolore Junior sarà fondamentale conquistare un buon risultato e non fare passi falsi. Il Rally del Friuli è una gara molto difficile che abbiamo la fortuna di conoscere. Dopo l’esperienza con la 207 Super2000 e la terra, sarà un piacere tornare sull’asfalto, fondo a noi più familiare e sul quale sappiamo di poter attaccare a fondo”.



Come seguire la gara
Sarà possibile seguire l’intera gara delle vetture ufficiali del Leone, con foto, video, dietro le quinte e interviste ai nostri equipaggi sui canali social di Peugeot:

• facebook.com/peugeotitalia
• youtube.com/peugeotitalia,
• twitter.com/ peugeotitalia (#peugeotsport)

Rally Friuli e Venezia Giulia – Il programma
Fondo: Asfalto
Percorso totale: 430,21 km
Prove speciali cronometrate: 11 per un totale di 150,72 km

Venerdì 29 agosto (5 prove speciali)
Parco assistenza – Cividale del Friuli
Shakedown – Località Cialla (Prepotto) ore 8.00
PS1: Subit 1 ore 14.37

Sabato 30 agosto (6 prove speciali)
Parco assistenza – Cividale del Friuli
PS6: Canebola ore 10.51
Arrivo del rally – Piazza Libertà, Udine ore 18.30

Le classifiche

Classifica Campionato Italiano Rally
1. Scandola 59 punti; 2. Basso 52; 3. Andreucci 50; 4. Nucita 27; 5. Albertini 22; 6. Andolfi Junior 17;

Classifica Campionato Italiano Junior
1. Scattolon 38 punti; 2. Panzani 30; 3. Albertini 27; 4. Carella 21; 5. Crugnola 12.

Classifica Campionato Italiano Costruttori
1. Peugeot 94 punti; 2. Ford 66; 3. Skoda 59.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO