CONDIVIDI

Li conoscono tutti nel mondo del rally, che si corra o da semplici spettatori, i due dossi del Rally dell’Adriatico sono un po’ come le Gobbe di Cammello della Saslong della libera della Val Gardena o il Cavatappi a Laguna Seca . Un tratto spettacolare e adrenalinico di quella gara, un tratto che io e Paolo abbiamo percorso un sacco di volte.

 

Adriatico 2013, la prima gara su terra della 208 R2, la terza in assoluto. Un battesimo sempre importante quello sullo sterrato, decisivo per capire resistenza ed affidabilità di qualsiasi mezzo. Qualche giorno di test in Toscana per mettere a punto le regolazioni della vettura e provare assetti e poi nella Marche per la “prima” della nostra 208 R2.

 

L’approccio di Paolo e gli ordini di scuderia sono chiari, non si deve esagerare e bisogna cercare di comprendere bene le reazioni della vettura su questo fondo…insomma spingere sull’acceleratore senza cercare il limite… Non che fossimo rilassati – quando si hanno casco e cinture allacciate non lo si è mai – ma comunque ci sentivamo abbastanza tranquilli.

 

Prime prove tutto ok, Paolo guida molta bene e pulito…io continuo a leggere le note…iniziamo un’altra speciale – quella con i due dossi tanto per intenderci – senza particolare apprensione. Io penso “chissà cosa diranno i nostri tifosi, l’anno passato arrivavamo con la Super 2000 in sesta marcia, 300 CV tutti scaricati a terra, davamo spettacolo. Ora con la 208 R2, 185 CV e due ruote motrici, sarà tutta un’altra storia”.

 

Mi stavo sbagliando, eccome se mi stavo sbagliando. Arriviamo a questi due dossi in sequenza ma non diritti sulla nostra traiettoria. La testa chinata sul quaderno delle note. Improvvisamente mi sento leggera con il cuore che mi balza in gola ed il fiato che mi viene a mancare…una sensazione rapidissima e poi la macchina che atterra, si ricompone e riparte velocissima, i tifosi che urlano e alzano le braccia per l’entusiasmo…siamo decollati in cielo con la nostra 208 R2!!! Incredibile abbiamo volato!!! Bellissimo!!!
La morale? Che se la macchina è meno potente ma pesa due quintali in meno…e arrivi ai due dossi dopo un tratto in discesa a tutta velocità …come si può pensare che poi non si voli in cielo?

Rally Adriatico 2013

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO