CONDIVIDI

Con il sole già abbastanza alto, Sébastien Loeb e la 208 T16 Pikes Peak si sono lanciati nella parte bassa del percorso, per la sessione di qualificazioni che determinerà l’ordine di partenza della gara di domenica. Alla fine dei due run, il campione francese ha fatto segnare un tempo di 3’26’153 che è la migliore prestazione della sessione. Precede di 17 secondi l’avversario più veloce, il francese Romain Dumas. Questo divario va però relativizzato: contrariamente all’équipe Peugeot Sport, alcuni concorrenti della categoria Unlimited hanno appena iniziato a familiarizzare con il tracciato al volante del loro bolide e avranno la possibilità di continuare a farlo nei prossimi due giorni.

Sébastien è soddisfatto di questa sessione: « Ho un feeling migliore di ieri perché la strada è un po’più pulita. Ho spinto a fondo e sono davvero vicino al limite. Continuo ad avere molta fiducia nella vettura. Questa prima posizione ha soprattutto un’importanza strategica, sottolinea Jean-Christophe Pallier, capo progetto Pikes Peak all’interno di Peugeot Sport: il più veloce alla fine delle qualificazioni si lancerà per primo nella categoria Unlimited il giorno della corsa e pensiamo che questo sia un vantaggio perché in genere le condizioni meteo sono più favorevoli al mattino e dopo hanno una lieve tendenza a peggiorare. Prima partiremo domenica, migliori dovrebbero essere le condizioni: l’ora di partenza teorica di Sébastien Loeb e della 208 T16 Pikes Peak sarà resa nota solo venerdì, a partire dalle 17 ora locale, quindi nella notte fra venerdì e sabato in Italia).

Nei prossimi giorni, i concorrenti potranno testare la parte alta del percorso, suddivisa in due parti, durante le nuove sessioni di prove.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO