CONDIVIDI

Sull’onda del successo riscosso nella prima esperienza, Peugeot Competition, il trofeo promozionale che Peugeot Italia organizza per i suoi clienti sportivi ininterrottamente da ben 37 anni, rinnova la collaborazione con Raceday Rally Terra.

_MG_0691

Con Raceday Rally Terra, il campionato pronto a partire il 17/18 settembre a Nocera Umbra con “Il Nido dell’Aquila”, i trofeisti avranno l’opportunità di confrontarsi con uno gli sterrati che hanno fatto la storia del rallismo.

Sei gare, fra settembre 2016 e aprile 2017, in cui i clienti sportivi del Leone concorreranno sia al ricco montepremi offerto da Raceday sia al premio specifico riservato ai vincitori Peugeot due e quattro ruote motrici: una giornata di test sulla 208 T16 con Paolo Andreucci, il team ufficiale e Pirelli.

Sei gare con caratteristiche a misura dei piloti privati a cui si rivolge Peugeot Competion, ma che hanno anche tutto il fascino di percorsi che spesso si disputano su sterrati mitici. Dal Nido dell’Aquila, gara nata come Pikes Peak europea, a teatri già calcati dal Campionato del Mondo come Alpe di Poti (Ronde Val Tiberina), Radicofani (Rally Val d’Orcia) e Volterra (Rally Liburna Terra, che chiude il calendario) passando per Rally Balcone delle Marche e Prealpi Master Show._MG_6453

Peugeot Competition Raceday è aperto a tutti i modelli del Marchio omologati per le competizioni, da quelli più anziani ma ancora competitivi come la 106, sino a quelli più recenti come la 208 R2 e la 208 T16.

Paolo Andreucci (Campione Italiano Rally 2016): «E’ importante, per ogni pilota, avere quante più opportunità possibili di correre delle gare su terra. E’ formativo e propedeutico per la carriera e permette di trovare il giusto feeling con la vettura e crescere a livello professionale. Gli sterrati, infatti, sono il bello di questa disciplina e per essere competitivi è necessario correre e molto sulla terra. Il 70% del calendario del Mondiale si sviluppa sullo sterrato e affinché gli italiani siano competitivi con i piloti stranieri è essenziale che sfruttino tutte le occasioni. Però, purtroppo, nel nostro Paese, è sempre più difficile avere delle opportunità per farlo. È importante, quindi, che Peugeot Competition riproponga anche quest’anno questa tipologia di gare ed è importante che lo faccia nel Raceday, un campionato organizzato molto bene, con una scelta di percorsi di livello, e sempre molto combattuto. Appuntamento, quindi, ai vincitori di Peugeot Competition per una giornata con me e con il team, per divertirsi e per imparare qualche piccolo segreto in più».

_MG_0470

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO