CONDIVIDI

La quarta giornata della Dakar è stata in chiaroscuro per il Team Peugeot Total. Stéphane Peterhansel ha evidenziato il potenziale della vettura occupando a lungo il comando della speciale di 315 km prima di perdere terreno dopo l’ultima rilevazione cronometrata. Alla fine una quinta posizione per lui e la risalita verso la parte alta della classifica generale. Sfortunatamente i suoi compagni di  squadra Carlos Sainz e Cyril Despres hanno accumulato ritardo a causa di problemi tecnici accusati ad inizio della tappa.

Il percorso della tappa, in direzione Cile, ha portato i concorrenti fino ai 4800 metri di altitudine attraverso la Cordigliera delle Ande. Stéphane Peterhansel ha trovato subito un ottimo feeling con il fondo. Le dune sinuose si adattavano perfettamente alla leggera e agile PEUGEOT 2008 DKR  e alle sue due ruote motrici. Questo approccio gli ha permesso do condurre la corsa fino all’ultimo controllo orario, dopo il quale ha perduto un po’ di terreno. La buona performance ha comunque permesso a Peterhansel di risalire dalla 16esima alla 12esima posizione in classifica generale.

Per Carlos Sainz e Cyril Desprès (66esimo all’arrivo) la giornata si è rivelata più difficile. Dopo essersi brillantemente posizionato quarto in classifica generale, Sainz ha dovuto fermarsi al 32esimo km di speciale in seguito ad un inconveniente al turbo.  Su certe tappe della Dakar, i camion dell’assistenza devono seguire un percorso differente rispetto alla vetture, questo implica che gli equipaggi non possano contare rapidamente sull’aiuto dei meccanici dell’assistenza. E’ stato il caso della Tappa 4 per i piloti del Leone.

Bruno Famin, Direttore del Team Peugeot Total, stila comunque un bilancio positivo della Tappa 4: « Non dobbiamo vedere tutto negativo in questa giornata di gara. Una ragione di natura non tecnica ha impedito a  Stéphane  di vincere la speciale. Quanto occorso alle altre vetture mette in luce le difficoltà prevedibili quando si prende il via alla prima Dakar. Identificheremo i problemi, uno dopo l’altro e li risolveremo ».

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO