CONDIVIDI
Peugeot 208 R2 - Prove su sterrato

Peugeot 208 R2 - Prove su sterrato

 

«Si dice che sterrati, sassi e ghiaia siano l’essenza stessa della disciplina rallistica…una frase che condivido e faccio mia al 100%. Faccio fatica ad immaginarmi al volante dentro una macchina da rally senza affrontare le gare di terra. Sebbene siano sempre meno frequenti per la difficoltà di trovare tracciati non asfaltati sulla nostra Penisola, credo siano la palestra ideale per chiunque voglia provare l’ebrezza di praticare il nostro sport.

Terra mon amour, lo ripeto spesso.

 

Peugeot 208 R2 - Prove su sterrato
Proprio a questo ho pensato in questi giorni allacciando il casco e stringendo le cinture prima di fare i primi chilometri di test sullo sterrato con la 208 R2. Sgrezzare una nuova vettura, trovare il giusto assetto, migliorarla fanno parte del mio lavoro e farlo sullo sterrato, dopo tanti anni di attività, mi da sempre delle incredibili emozioni.
Dopo tanti anni ho riprovato il fascino delle due ruote motrici su questo fondo, rispetto all’asfalto passare dalle quattro a due ti fa sentire maggiormente la minore trazione sia in accelerazione sia in frenata…bisogna come sempre metterci tanto mestiere e io mi sono divertito un sacco nel farlo.

 

Peugeot 208 R2 - Prove su sterrato
La 208 R2 sulla terra ha ammortizzatori superiori per la propria categoria, con un’escursione che ti consente di passare bene anche sullo sconnesso. Ha un posteriore molto stabile che soprattutto alle alte velocità è un grande vantaggio. La macchina era già ad un buon livello di prestazioni per cui abbiamo fatto solo qualche piccolo adattamento.
Ora non vedo l’ora di vedere la luce verde del semaforo e scattare alla partenza della prossima prova speciale…»

 

Paolo Andreucci  – 7 volte Campione Italiano Rally

 

Peugeot 208 R2 - Prove su sterrato

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO