CONDIVIDI
Bici Peugeot

All’inizio fu la bici, poi l’auto. Questa l’estrema sintesi della storia del debutto di Peugeot nel mondo del trasporto individuale, avvenuto quasi 130 anni fa per una intuizione di Armand Peugeot.

 

Come succederà con l’automobile, Peugeot intuisce che la migliore pubblicità per la qualità dei suoi modelli sono le vittorie sportive. Ed ecco che mette in piedi una squadra di professionisti per partecipare alle prime, massacranti gare.

 

Bici Peugeot

 

Il primo campione marchiato Leone è Hippolyte Aucouturier, che nel 1903 vince la Parigi-Roubaix e la Bordeaux-Parigi. Poi, per quattro anni consecutivi a partire dal 1906, arrivano le affermazioni al Tour de France con Louis Trousselier, René Pottier e Lucien Petit-Breton, a cui si aggiunge il secondo posto al Giro d’Italia del 1912.

 

Di vittoria in vittoria la squadra Peugeot è ancora in attività (negli anni ha cambiato denominazione in funzione dello sponsor del momento) ed è la più famosa: infatti, occupa saldamente il primo posto nel ranking mondiale, classifica che prende in considerazione i risultati sportivi dalle origini del ciclismo agonistico (1869) ad oggi.

 

La bicicletta continua ad essere uno degli assi portanti della ricerca e dello sviluppo industriale del Marchio. Ad esempio, Peugeot Lab – il laboratorio di idee e di progetti del Leone – ha presentato recentemente DL121, esercizio di ricerca di identità grafica e di colori e materiali, che si colloca alla frontiera tra il mondo delle bici e l’arte. Tra le tante proposte innovative, questa concept bike una selleria innovativa, ispirata al mondo della valigeria, che s’integra e riveste il telaio.

 

Un’idea che ha trovato invece la sua realizzazione è la Pibal, la rivoluzionaria bici-monopattino urbana ideata dall’architetto-designer francese Philippe Starck con il contributo di suggerimenti degli abitanti di Bordeaux e realizzata da Peugeot Cycles.

 

PIBAL - Peugeot e Philippe Starck

 

Pibal risponde ad una nuova ergonomia urbana per una transazione laterale che permette di pedalare su un lungo percorso, di pattinare su una strada pedonale e di camminarle di fianco e trasportare un bambino o un carico sulla piattaforma.

 

Per quanto riguarda la produzione di serie, la gamma Peugeot è vastissima e copre tutte le esigenze degli appassionati, grazie a soluzioni tecnologiche d’avanguardia. Un esempio è  il modello RSR-105. Si tratta di una bici da strada sviluppata dalle esperienze maturare nelle competizioni.

 

La struttura e le caratteristiche di questa RSR-105 la rendono uno strumento polivalente, versatile ed efficace su ogni tipo di terreno e fondo stradale. Il telaio è in fibra di carbonio che consente di limitare il peso ad appena 7,8 chili.

RSR-105 :

▪   Telaio in carbonio peso 909 grammi (in tg.54)

▪   Gruppo Shimano 105 Compact 20 velocità

▪   Ruote Mavic Aksium

▪   Peso bicicletta: 7.8 Kg

 

Peugeot bicicletta RSR105

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO