CONDIVIDI
Strade sconnesse ed infinite, Minnesota

 

 

Tappa 27 – Waconia, MN –Northfield,MN
Km tappa: 102
Km totali: 3255
Altimetria scalata: 620 mt

 

Strade sconnesse ed infinite, Minnesota

 

Peugeot TransAmerica, giorno 27. Ciambelle, muffins, bagels alla cannella (la cannella è ovunque, come le bandiere e i rivenditori d’auto usate), cereali di tutti i tipi e di tutti i colori, diversi giri di caffè e due chiacchiere con il gentile addetto alla reception del motel. Indiano, giovane e simpatico, il suo obiettivo è quello di diventare proprietario di tutta la baracca. “Quite soon..”, abbastanza presto dice lui. I miei obiettivi invece, il primo non affatto scontato, sono quelli di digerire tutto quello che ho buttato giu’, montare in sella alla mia Peugeot CS01 Sport e arrivare a Northfield, cittadina a circa 100 km di distanza, destinazione della tappa.

 

Piantagioni del Minnesota

 

Dopo la tempesta di ieri che sono sicuro, i miei amici del Weather Channel non avranno esitato (con perfida soddisfazione) a chiamare “Severe storm”, oggi, a giudicare dal colore del cielo, c’è il secondo capitolo. Mi metto in marcia pronto a tutto e con lo spirito del tenente Dan, ma per fortuna la pioggia di oggi è niente al confronto.

 

Le difficoltà della tappa vengono invece dalle cunette, che per 100 km mi danno il tormento. Alte 20 al massimo 30 metri, infinite brevissime e fulminanti, con pendenze che arrivano anche al 17-18%, sono un vero delirio per le mie gambe. Un paesaggio fatto in serie per quanto si ripetono ad intervalli sempre uguali. Come per la tappa in Montana nella Contea di Kootenai “Tobacco Valley”, ecco un’altra giornata che, per le mie caratteristiche, soffro parecchio.

 

A South Haven, Minnesota, si conoscono tutti.

 

Agli ingegneri americani che progettano le strade sfugge il concetto di obliquo o di curva. Tutto il paese o quasi, a livello di strade, è un enorme griglia, in cui le direzioni sono sempre est-ovest e sud-nord. Per andare a sud est sono quindi costretto, stile Pac-Man, a fare zig-zag senza sosta. Con strade perfettamente diritte inoltre, anche un dislivello modesto che con qualche curva potrebbe essere smorzato o aggirato, diventa duro.

 

Deviazioni e lavori stradali, ultime tappe con qualche variazione

 

Aggirare l’area metropolitana di Minneapolis percorrendo stradine di campagna ha portato via tempo e gli ultimi due giorni, complici il maltempo e le condizioni del terreno, non sono stati affatto banali. Il Minnesota, “Where the lakes are gold” come dice una canzone, si è fatto conquistare e ha giocato bene le sue carte. E noi pure.

 

La Freccia dell’Est è diretta verso il Wisconsin.. giusto poco piu’ avanti.

 

 

Andrea Tozzi

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO