CONDIVIDI
Montana

 

 

Tappa 15 – Harlem, MT – Malta, MT
Km tappa: 81
Km totali: 1669
Altimetria scalata: 341 mt

 

Montana

 

Alla decima volta in cui gli ripeto “Italy” e ancora non capisce cerco di farglielo capire indicandogli la bandierina che sta sopra la mia divisa. Ben è un signore di una certa età, siede sprofondato su una sedia di pelle immensa e trasmette la simpatia e la tenerezza che solo un nonno riesce a dare. Il suo inglese (dialetto) non lega molto bene con il mio (modesto) e cosi sembriamo due pazzi che si parlano. Ma alla fine ci capiamo e il suo caffè long black è niente male.

 

L'allegra vitalità di Dodson

 

In queste campagne desolate dove ogni café o altra attività umana meriterebbe un premio oscar per il solo fatto di resistere, sarebbe un delitto non fermarsi, anche per pochi minuti, a curiosare. Inoltre ho scoperto che ogni posto con il neon acceso “open” è un richiamo a cui non so resistere.

 

American Wall of Fame. In ogni piccolissima cittadina i muri del bar di paese sono tappezzati dei cittadini sotto le armi

 

Cosi eccoci a Dodson, io e la mia Peugeot CS01, a metà strada tra Harlem e Malta, destinazione della tappa. Il vecchio Ben, come altri gestori e baristi di questi microcosmi, mostrano orgogliosi in una parete, le foto o i nomi di chi, natio della cittadina, ha servito nelle forze armate. Orgogliosi volti in divisa o nomi graduati su uno sfondo a stelle e strisce.

In America c'è sempre un bollitore con il caffe' bollente pronto..

 

 

La commovente semplicità, e se vogliamo anche la decadenza, autentica ma pur sempre dignitosa, di questa America che sto attraversando, stride in modo forte con l’America della mondanità di Ocean Drive e Coconut Groove di Miami, o con quella della sfavillante opulenza della Fifth Avenue a Manhattan. E’ lo stesso paese ma la diversità stordisce e m’incanta. Qua in Montana non arriva neppure il minimo bagliore di quelle luci, e non per questo è meno interessante essere qui. Anzi.

 

Sulla Highway 2, direzione Malta.

 

 

Sono a Malta e nei prossimi giorni abbandonerò la highway 2 per dirigermi a sud-est, verso Dickinson e il Nord Dakota. Tantissimi km, tratti desolati e pochi servizi, staremo a vedere…la TransAmerica va avanti.

 

Gli instancabili treni merce che attraversano al prateria con carichi immensi

 

Andrea Tozzi

2 COMMENTI

  1. I complimenti sono d’obbligo per aver già raggiunto la ragguardevole quota di 1700 Km in 16 tappe. NIENTE MALE!
    Mi piace come il rapporto tra te e la tua Peugeot CS01 sia ormai un legame “familiare”, molto belli anche i racconti della “vita americana” che incontri strada facendo. Continua cosi.
    Ciao Massimo

LASCIA UN COMMENTO