CONDIVIDI

Non ero mai stata al Salone dell’Auto di Francoforte e non sapevo bene cosa aspettarmi. Proprio come Alessio, quando Peugeot mi ha proposto il #roadtofrancoforte ho accettato con entusiasmo perché ero davvero curiosa!

I tedeschi amano le auto e basta camminare in giro per la città per accorgersene. Mentre a Milano, e più in generale in Italia, ormai la parola d’ordine è “understatement”, a Francoforte si vedono e si sentono auto con cilindrate esagerate e sound avvolgenti ad ogni angolo. E’ un continuo girarsi per indovinare quale modello sta passando!

Si capisce ancora meglio questa passione per le auto quando si arriva alla Fiera e si trova…semplicemente il mondo, non solo in termini di presenze internazionali ma anche in termini di affollamento!

Il Salone di Francoforte non è come quello di Ginevra, che è composto praticamente da un unico “corpo” all’interno del quale si snodano gli stand delle varie case dell’automotive, ma è strutturato su più padiglioni. E’ una vera e propria “cittadina”, con vialetti, punti ristoro, attrazioni come simulatori di guida e molto altro: insomma ce n’è per tutti i gusti per fare una full immersion di auto e non solo!

RoadToFrancoforte - Day 2 - 005 (1)

Per andare al Salone decidiamo di prendere la metropolitana che, infatti, si rivela essere il metodo più rapido ed efficiente.

RoadToFrancoforte - Day 2 - 006 (1)

 

Prima di partire non ci facciamo mancare però una pausa gustosa, tipicamente tedesca e “spazzoliamo” bretzel a volontà! Del resto abbiamo bisogno di energia per affrontare quello che ci aspetta.

RoadToFrancoforte - Day 2 - 003

 

Quando arriviamo ci rendiamo conto di avere un problema: riuscire a camminare!

RoadToFrancoforte - Day 2 - 031 (1)

Sicuramente il fine settimana non è il giorno migliore per andare a visitare un evento del genere ma noi non ci siamo fatti impressionare e siamo andati dritti alla meta: padiglione 8, stand Peugeot.

Appena arrivata mi si sono accese nella testa tre parole e un numero: futuro, sportività e amore per l’ambiente, sono le parole e 308 è il numero. Adesso vi spiego perché.

Partiamo dal futuro, che è sempre bello guardare avanti!

La prima auto che si vede è la Quartz, la concept car presentata l’anno scorso, che quest’anno ha una nuova livrea coupè. Già questa è di grande impatto e richiama concetti legati alla tecnologia e all’innovazione, ma la vera regina di quest’anno è la Fractal.

RoadToFrancoforte - Day 2 - 022 (1)

Si tratta di una coupè (2+2) compatta spinta da due motori elettrici da 102 cv ciascuno, per un’autonomia di 450 km. Ha un design avveniristico e dinamico, per il futuro della mobilità urbana. Non è molto grande e pesa solo 1.000 kg poiché usa materiali leggeri e ha un sistema di sospensioni ad aria che permette di modificare l’altezza da terra della vettura. Il sistema di infotainment è all’avanguardia e spicca un impianto hi-fi con woofer centrali integrati negli schienali delle poltrone. Anche la presentazione è davvero di grande impatto: la Franctal è su una pedana intorno alla quale c’è un enorme video semicircolare che sembra avvolgere il visitatore per un’esperienza visiva e sonora davvero unica.

Ma passiamo alla sportività.

Nella tradizione di Peugeot c’è un DNA assolutamente sportivo, costellato da tanti successi passati e con il desiderio di portarne a casa ancora di nuovi: mai accontentarsi, piuttosto il contrario!

RoadToFrancoforte - Day 2 - 020 (1)

Ecco che quindi si respira quest’aria di competizione guardando la Peugeot 208 Gti ma soprattutto la versione sportiva della sorella maggiore: la 308 GTi by Peugeot Sport (ecco il primo numero 308). Un motore turbo benzina 1.6 l THP  che può essere declinato in due versioni, quella da 250 cv o l’altra da 270 cv ancora più performante che va da zero a 100 km/h in 6.0 secondi. Arriviamo quindi al modello da competizione vero e proprio: la Peugeot 308 Racing Cup (ecco il secondo 308). Freni con pinza da sei pistoncini, cambio sequenziale a sei rapporti con leve al volante e un motore da 308 cv, che è un vero peccato non poter sentire “ruggire” allo stand!  Alla fine del 2016 la 308 Racing Cup sostituirà la Rcz nelle formule promozionali Peugeot Sport e potrà partecipare ai campionati delle berline turismo in programma in vari Paesi europei, nonché alle gare di durata della “24H series”.

Arriviamo quindi all’amore per l’ambiente a cui non si può non pensare quando si vede la nuova Peugeot 308 R Hybrid (ed ecco il terzo 308!). Il motore con tecnologia ibrida plug-in sviluppa una potenza complessiva di 500 cv e 730 Nm di coppia massima. Questa potenza è raggiunta mettendo insieme il motore termico 1.6 l  THP da 270 cv e i due motori elettrici da 115 cv ciascuno che sono collegati ai due assi. La macchina, che ha un look aggressivo e deciso, raggiunge così i 100 km/h in 4 secondi!

 

RoadToFrancoforte - Day 2 - 011 (1)

Già questo basterebbe per farci ritenere soddisfatti ma l’esperienza allo stand Peugeot non è ancora completa. Dopo aver fatto il pieno di auto, ci fermiamo alla Lounge per una pausa caffè e per ricaricare i cellulari, poiché c’è una comoda postazione con tutte le prese.

Stiamo quasi per andare via quando, dietro la colonna con una cascata d’acqua sulla quale troneggia il simbolo del Leone, ci accorgiamo che c’è ancora qualcosa che ci aspetta. Una postazione un po’ speciale dove si può scoprire il lavoro di creazione di un Designer di Peugeot. Chiacchieriamo quindi con Alessandro che normalmente si occupa di disegnare gli interni delle auto ma che, per l’occasione, ci fa in quattro e quattr’otto lo schizzo di una concept car personalizzata, creata apposta per me!

Un bellissimo ricordo che naturalmente custodirò gelosamente e che tratto come una reliquia.

La sera mi addormento con in bocca il sapore di chi ha visto e imparato nuove cose, ma non per questo sazia quanto piuttosto pronta per il giorno dopo: dobbiamo rientrare a Milano e abbiamo deciso di passare dalla foresta nera per continuare la nostra avventura con la Peugeot 3008.

Testo by Monica Secondino – Foto By Alessio Sanavio

Twitter @monicaesse70

Instagram  @monicaesse

http://www.autoaspillo.it

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO