CONDIVIDI

 

Wellington.

Tappa 14 – Nelson / Picton – Trasferimento via mare a Wellington
Km: 111
Km totali: 1720
Altimetria: 1620 mt
Meteo / Condizioni: Pioggia, sereno nel pomeriggio
Temperatura: 4 / 12°

pano

Alla stessa ora in cui in Spagna è da poco finita la siesta, in Nuova Zelanda è già ora di cena. E stasera, prima notte nella capitale Wellington, stabilisco il mio miglior tempo di sempre, sono infatti le 17.49 quando faccio la mia ordinazione alla cameriera del “Great India”, nel Central Business District. Roba da geriatria.

DSC_0267

Sul ponte della “Ataroka”, la motonave della InterIslander che collega a ritmo continuo le due sponde dello stretto di Cook, assisto allo spettacolo di verdissimi fiordi e di calette segrete che si svelano a pochi metri dalla nave. Dall’acqua affiorano cespugli e delle mini isole coperte da un verde impenetrabile e scurissimo che immediatamente mi ricordano dei broccoli.

DSC_0286

Bambini festanti, genitori che tentano di evitare che si buttino in mare e dietro lo scafo c’è Picton e l’isola sud della Nuova Zelanda che se ne vanno nella schiuma dei motori. Tre ore di navigazione e finalmente a destra della nave si disegna la grande sagoma del WestPac Stadium e le banchine del Wellington Harbour. Incollati al banco del bar gruppi di giovani buttano giu’ le ultime birre e patatine mentre io scendo nella pancia della nave per recuperare la Leonessa.

IMG_1502

Bassi, ma pur sempre grattacieli, a Wellington mi accolgono gli edifici piu’ moderni e metropolitani visti finora in Nuova Zelanda. Auckland con i suoi 1.5 milioni di abitanti è una metropoli a tutti gli effetti, ma coniugare il grado di capitale e l’atmosfera rilassata della città di provincia non e’ compito facile, e da quanto si dice sembra proprio il caso di Wellington, la capitale piu’ a sud del pianeta. Vengo da tanta natura e bellezze maestose ed affascinanti, ma anche da troppi sonnacchiosi villaggi in cui tutto è fermo. Wellington è finalmente gente per strada, insegne al neon e colore, tutte cose che ci volevano.

Andrea Tozzi

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO