CONDIVIDI

 

 

Landeck – Bratislava / km 644
Coordinate GPS: Landeck 47° 08 – 10° 34 – 816 mt slm
Bratislava 48° 8.963 – 17° 8.004 – 514 mt slm
Stato/i: Austria – Germania – Slovacchia
Regione/i: Tirol (A), Salisburg (A), Bayern (D), Ober-Osterreich (A), Nieder-Osterreich (A), Wien (A), Bratislava (SLK)

 

 

 

 

Nel nostro lungo viaggio, dove la diversità scorre con il ritmo dei metri che passano sotto le gomme della 2008, l’occasione da non perdere è quella di saper cogliere sfumature, sensazioni e sguardi sempre diversi. Ancor di piu’ durante un viaggio itinerante e dove, quasi con cadenza giornaliera, cambiano bandiere, volti e lingue. Lisbona, Salamanca, Pamplona, La Vella, Grenoble, Landeck e ora Bratislava. Roba da jet lag. Roba da Peugeot World Tour.

 

Ma è chiaro, se è vero che ogni metro da noi percorso è sempre diverso, ci sono però dei passaggi chiave, in questi 20.000 km di strada, che segnano in modo inequivocabile lo stato di avanzamento del nostro pellegrinare verso est. Tutto, intorno a noi, già lo testimonia.

 

 

L’arrivo in Slovacchia e nella città di Bratislava, dove i sorrisi sono gentili e le luci soffuse, segna per noi il primo di questi passaggi. Dietro di noi è svanita, con la frontiera austriaca, l’Europa che ci appartiene e che conosciamo meglio, quella del Meditarraneo e centrale, per entrare in un mondo che appartiene, culturalmente e storicamente, ad un’altra e ben diversa radice.

 

 

Sarà avvincente ed emozionante immergersi in nuove atmosfere, nuove storie e nuovi colori. E’ arrivato l’Est e per i prossimi 40 giorni, prima dell’altro passaggio fondamentale verso l’estremo Oriente,  sarà l’habitat su cui si muoverà la nostra Peugeot e lo sfondo ideale per i nostri occhi curiosi.

 

 

Un’immersione “lenta” in paesi che per moltissimi anni, gran parte del 900, hanno seguito un copione diverso dal nostro. E’ il viaggio nel viaggio. E’ l’Est.

 

Sono le 10.50 del mattina a Bratislava. Ci aspetta un giretto in centro città con la visita al castello e poi via, verso Cracovia, la Polonia e il primo dei giorni di sosta completi della prima settimana di viaggio.

 

 

Andrea Tozzi

 

 

 

 

 

 

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO