CONDIVIDI

 

 

Day 43 – 44. Seoul, South Corea.

 

 

Spingono con disinvoltura per conquistarsi la carrozza della metro e parlano a voce troppo alta per essere giapponesi. Sono organizzati, modaioli, attenti al design e all’estetica (la Corea del Sud è il paese in cui ci sono piu’ operazioni di chirurgia estetica al mondo) e fanno comunque troppi inchini per essere cinesi. E difatti sono sud coreani.

 

 

La Corea del sud, adesso lo so con certezza, proprio come la DMZ che si trova a sole 35 miglia dalla città, la zona “demilitarizzata” sotto giurisdizione ONU che separa dal 1953 le due Coree, è la nazione-cuneo che separa per noi l’imprevedibilità della roulette russa dal futuristico cerimoniale nipponico.

 

 

Seoul, 20 milioni di persone e quartieri che spaziano dal glamour patinato di GanGnam, all’atmosfera internazionale e cosmopolita di Itaewo, patria della vita notturna e di tutti gli stranieri residenti in città. Dalle sponde del fiume Han, dove entro il 2016 sorgerà il nuovo mastodontico skyline da 30 miliardi di dollari, alle assi di legno e i giardini ornamentali del Palazzo Reale, retaggio di una dinastia, quella coreana, relegata da tempo nei libri di storia.

 

 

Villaggi tradizionali che assomigliano a minuscole isole per come, tutt’intorno, sono circondati dal cristallo dei grattacieli. Seoul è il posto in cui è bello camminare di notte, senza fretta e senza meta, lasciandosi guidare dall’istinto e dai pensieri. La città, tempestata da bagliori, mega pannelli a colori in alta definizione e insegne luminose, mi ricorda le suggestioni che Ridley Scott, nel lontanissimo 1974, riusci’ a trasmettere con il leggendario Blade Runner.

 

 

E come nel film, atmosfera orientale spolverata di visioni futuristiche, tra innovazione e mercatini di pesce essicato, profumo di pioggia e umidità, noodles fumanti e senzatetto. Ricchezza e sviluppo, e l’inevitabile scia di chi non riesce a stare al passo.

 

 

Ancora 48 ore e poi la nostra Peugeot 2008 WTE farà nuovamente rotta a Donghae, sulla costa est del paese. Abbiamo appuntamento con la nave diretta nel paese del Sol Levante.

 

Andrea Tozzi

 

 

 

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO