CONDIVIDI
Peugeot 2008 nella steppa kazaka
Peugeot 2008 nella steppa kazaka

Siamo arrivati ad Astana, capitale di cartapesta, un mix di Disneyland, Las Vegas e Dubai in mezzo alla steppa kazaka. Stiamo effettuando un pit stop per prepararci all’ultima parte dell’itinerario attraverso i monti Altai e le praterie mongole.
Abbiamo guidato tutta notte risalendo il Kazakistan per 1700 km con la condizione delle strade che si alternava tra tratti quasi autostradali ad altri con l’ormai familiare asfalto deformato sotto il peso dei tir oppure di sterrato pieno di buche. Nonostante ciò, felici per la libertà conquistata dopo l’odissea con la dogana uzbeka e le continue richieste di regali da parte dei doganieri kazaki, ci siamo goduti il viaggio con il traffico abbastanza leggero e formato quasi esclusivamente da tir.
Nel corso della notte siamo stati fermati più volte ai posti di blocco della polizia che si è sempre dimostrata cordiale e amichevole (abbiamo ormai imparato a gestirla e ormai le uniche autorità che temiamo sono quelle doganali), a differenza dell’Europa qui la regola di massima è che nei centri abitati i limiti di velocità vanno rispettati rigorosamente mentre nei collegamenti si può viaggiare, dove possibile, con una certa “allegria”.
Dopo una magnifica alba vissuta mentre percorravamo la strada che costeggia il lunghissimo lago Balqash ci siamo resi conto che il contesto è radicalmente cambiato, il paesaggio ha virato dai toni di marrone delle zone desertiche degli ultimi giorni ai toni di verde della steppa, il cielo che è sempre rimasto terso nell’ultima settimana è tornato ad animarsi di nuvolette candide che si dispongono a quote diverse dando un senso di tridimensionalità che in Italia è difficile percepire, mentre i villaggi disordinati hanno lasciato spazio a rari insediamenti di tende che trasmettono lo spirito nomade di questi popoli.
Nel primo pomeriggio siamo arrivati ad Astana che, tra edifici, traffico, cultura, rappresenta una parentesi assolutamente occidentale (seppur estremamente kitsch) nel nostro percorso.

Peugeot 2008 nella steppa kazaka
Peugeot 2008 nella steppa kazaka