CONDIVIDI

Chi ha detto che la letteratura è “pallosa”? Non certo le oltre centomila persone che dal 5 al 9 settembre hanno preso d’assalto Mantova per immergersi proprio in “quella cosa” che per molti (forse per tanti) di loro era stato un  tormento ai tempi della scuola.

 

Nei cinque giorni del Festival della Letteratura  giovani e meno giovani hanno scoperto che la letteratura è sì cultura, ma anche piacevole evasione. Specie se si possono  incontrare, conoscere, sentire dal vivo narratori e poeti di fama internazionale, inframezzando il tutto con i vari spettacoli e concerti in cartellone.

 

L’edizione di quest’anno del Festival della Letteratura di Mantova, poi, ha avuto un merito in più: quella di essere stata “a spreco zero”: dalla prevenzione e gestione dei rifiuti, alla drastica diminuzione delle bottigliette d’acqua minerale in plastica, all’uso intelligente della mobilità, grazie anche al contributo di Peugeot.

 

Il marchio del Leone ha, infatti, messo a disposizione degli organizzatori del Festival della Letteratura una piccola flotta di iOn, a trazione completamente elettrica, di 3008 HYbrid4 e 508 RXH a motorizzazione ibrida (diesel-elettrica) che sono state utilizzate a pieno ritmo per trasportare gli scrittori ai vari appuntamenti con i loro lettori.

 

Inoltre Peugeot è stata presente nelle principali piazze di Mantova con la rivoluzionaria 208 in Piazza Marconi e con l’innovativa 508 RXH in Piazza Sordello e infine con 3008 HYbrid4  a Palazzo Tè in occasione dell’Orlando in Festa.

 

Peugeot è stata anche protagonista di un evento-spettacolo durante il quale Paolo Ruffini, attore e noto conduttore della trasmissione televisiva Colorado, ha premiato Simona Denise Deiana, vincitrice del concorso on-line “208 parole in viaggio”.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO