CONDIVIDI

Da Alghero a Bosa e poi ancora più giù, fino a Piscinas: dalle dune del Sudamerica, dove Sainz l’ha portata alla vittoria nella Dakar 2018, alle dune della Sardegna, con la sabbia a fare da fil-rouge alle due avventure, una più estrema, l’altra poco più che turistica.

Peugeot 3008 è il SUV, dall’anima sportiva e plasmato in forme eleganti e ricercate, capace di coccolarti nel suo lussuoso e avvolgente Peugeot i-Cockpit, accogliente e silenzioso, dai materiali e finiture di pregio, con un sofisticato sistema di infotainment. Allo stesso tempo, sa regalare anche emozioni di una guida appagante, grazie a un perfetto connubio fra motore e ciclistica.

Tanta la tecnologia a bordo, ma sempre al servizio di chi sta al volante, per non togliere nulla al piacere e lasciare al pilota solo il bello della guida. Le 66 curve disseminate sui 46 km che portano a Bosa esaltano la precisione e la tenuta di strada della 3008, anche a pieno carico, mentre il comfort e la facilità di guida permettono anche a chi siede al posto di guida di godere dei panorami che solo la Sardegna e il suo mare possono regalare.

E non c’è bisogno di mettere le ruote sulla sabbia delle straordinarie dune di Piscinas, anche se è proprio dove il fondo si fa più ostico che lo si percepisce di più, che si apprezza l’Advanced Grip Control, un plus che crea fra la 3008 e chi la guida un feeling assoluto e una sensazione di controllo e prevedibilità che rendono ogni trasferimento un piacevole viaggio.

Un consiglio per rendere indimenticabile un’avventura in Sardegna: oltre a guidare una 3008, ricordate di costeggiarla in senso antiorario, solo così avrete sempre la miglior vista sul mare.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO