CONDIVIDI

Peugeot, si sa, è sempre stata leader nell’innovazione. Innovazione a 360 gradi, cioè rivolta anche ad elementi “insospettabili”, che tutti considerano immutabili perché già perfetti. Uno di questi è proprio il volante, ma con la 208 prima e poi con la 308 la casa francese ha dimostrato che andando a variare il diametro, la forma della parte bassa della corona e il rapporto dello sterzo con la strumentazione, si possono ottenere risultati straordinari, dal punto di vista delle sensazioni che si possono trasmettere al pilota.

 

E la sperimentazione non è ancora conclusa perché su alcuni prototipi, uno dei più famosi proprio l‘HX1 Hybrid4 MPV, il volante si sta evolvendo con forme straordinarie, con elementi “pieni” e “vuoti” per spingere (anzi costringere…) il pilota a mettere le mani solo in alcuni punti. Accrescendo così il suo feeling con la dinamica di guida. E siamo solo agli inizi…

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO