CONDIVIDI

Succede a tutte le grandi dive, di non dimostrare la loro età.
Che siano attrici o automobili, per loro sembra che il tempo non passi mai. Eppure sono già passati trent’anni da quel 1986 in cui apparve sul mercato la Peugeot 205 Cabriolet.

3

La 205 era nata due anni prima ed era già un grande successo commerciale, trainato dalle versioni GTi e dalle vittorie nei rally delle Turbo 16. Dal 1984, Pininfarina, che realizza per PSA le Talbot Samba Cabriolet, comincia a lavorare alla trasformazione della 205, lavorando sulle scocche provenienti dalla Francia fino a Torino dove Pininfarina aggiunge i rinforzi al telaio, i componenti specifici come i parafanghi posteriori, monta gli interni, i vetri e ovviamente la capote. Utilizzando camion chiusi le vetture ritornano poi in Francia per essere completate con la parte meccanica, prima di essere messe sul mercato. Nel 1996, ultimo anno di produzione, si contano 72.142 unità realizzate in poco più di dieci anni.

5
Al compimento dei trent’anni, la Peugeot 205 Cabriolet entra a far parte delle vetture storiche e Peugeot Italia celebra l’avvenimento recuperando due esemplari, una rossa e una bianca, da inserire nel proprio parco stampa. Entrambe sono versioni CTi, cioè il top della gamma, equipaggiate con il motore 1.6 della GTi da 115 cavalli. Si tratta del mix perfetto tra eleganza e sportività grazie alla briosità del motore e all’assetto adeguato. Eppure la 205 Cabriolet era nata con un motore 1.4 e successivamente verrà proposta ad un prezzo molto accessibile anche con il 1.1 nell’allestimento CJ: Cabriolet Junior. Molti però ricordano soprattutto il verde metallizzato con la capote bianca della versione Roland Garros, riconoscibile anche dagli interni in pelle bianca e tessuto grigio a quadri e dalla capote a funzionamento elettrico. A livello collezionistico, le cabriolet sono le 205 più ambite, dopo le GTi. Il Club Storico Peugeot Italia (clubstorico@peugeot.it) ne ha censite un centinaio in Italia. Alcune sono presso la Galerie Peugeot, il museo di auto storiche Peugeot di San Gimignano, dove è anche possibile noleggiarle per le vacanze (www.galerie.peugeot.it).

4

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO